Case Passive

Amiamo il legno e il pianeta che lo crea. Per noi, le case passive sono un bel sogno divenuto realtà.

Edifici passivi vs. edifici zero-energy

La casa passiva – come la definisce Passivhaus Institut – è una casa estremamente efficiente dal punto di vista energetico, ma si distingue dagli edifici zero-energy per il fatto che richiede tuttavia un apporto, anche se scarsissimo, di energia per mantenere il confort interno. Il termine „passiva” è applicabile sia agli alloggi individuali che a quelli collettivi o agli edifici industriali o commerciali. Nella costruzione di un edificio passivo ciascun elemento ha un ruolo nel rendere più efficaci i consumi energetici e nel ridurre al minimo le perdite d’aria o d’energia.

Casa passiva in legno - una garanzia del confort

Perché una struttura in legno presenta vantaggio nella costruzione di un edificio passivo? Il legno combina la capacità di assorbire il calore e di trattenerlo con un numero di proprietà estremamente importanti, quali la tenuta all’acqua, l’integrità strutturale e la qualità delle finiture.

Partendo da una buona conoscenza del terreno sul quale si andrà a edificare, le prestazioni energetiche del nuovo edificio sono dovute in ugual misura all’orientamento, alla corretta disposizione delle masse termiche, alla disposizione delle stanze, delle porte, delle finestre, alla scelta dei metodi di ombreggiatura, ecc.

Lo standard di casa passiva prevede almeno le seguenti prestazioni:

Fabbisogno calorico costante massimo di 10 W/mq;

Fabbisogno energetico annuo complessivo massimo di 42 kWh/mq.

Fabbisogno annuo massimo per il riscaldamento dei locali 15 kWh/mq;

Se i suddetti parametri non sono rispettati, un edificio non è più considerato passivo.

Dimmer – una squadra completamente certificata da Passivhaus Institut, dalla progettazione al montaggio

La Direttiva 2010/31/UE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 19 maggio 2010 sulla prestazione energetica nell’edilizia prevede l’aumento delle prestazioni degli edifici nuovi e stabilisce che tutti gli edifici nuovi siano energeticamente efficienti („nearly zero-energy”) entro la fine del 2020, mentre quelli pubblici entro la fine del 2018.

Secondo iPHA (Associazione Internazionale delle Case Passive), solamente circa 60.000 case al mondo sono costruite secondo tali norme anche se un numero notevolmente inferiore è certificato in questo settore. Sia i progettisti che la squadra di montaggio di Dimmer sono certificati da PHI (Istituto per le Case Passive), grazie alle conoscenze di progettazione degli edifici nel rispetto della norma di casa passiva. Una delle più recenti case passive alla costruzione della quale la squadra Dimmer ha partecipato è #casabuhnici.